montanare fritte prosciutto crudo stracciatella di burrata
Antipasti

Ricetta montanare fritte con prosciutto crudo e stracciatella di burrata

Le montanare fritte con prosciutto crudo e stracciatella di burrata (o pizzelle fritte) sono un godurioso antipasto a base di impasto per la pizza fritto e poi condito sopra con salumi e formaggi, in questo caso crudo e burrata. Naturalmente questo piatto è decisamente poco leggero e molto calorico, può infatti fungere anche da piatto unico; però se fate delle pizzette piccole e magari ne mangiate solo un paio, poi ci sta tranquillamente un’altra portata.

Ho usato la stracciatella di burrata e non la burrata semplicemente perché, essendo fatta appunto di straccetti senza buccia, è più facile da usare per condire queste montanare; se preferite la burrata o se non trovate la stracciatella, potete tranquillamente optare per essa.

Preparare queste deliziose montanarine non è difficile, ma ci vuole pazienza dato che si tratta di un lievitato, quindi l’impasto vi consiglio di prepararlo almeno la mattina per la sera o ancora meglio il giorno prima.

Ecco la ricetta delle montanare fritte con prosciutto crudo e stracciatella di burrata!

Tempo di preparazione: circa mezz’ora + almeno 10-12 ore totali di lievitazione

Tempo di cottura: pochi minuti

Difficoltà: abbastanza semplice

Ingredienti [per 2 persone]:

Farina tipo 0, 200 g

Lievito di birra secco, un cucchiaino (oppure mezzo panetto di lievito fresco)

Olio ExtraVergine di oliva, un cucchiaio

Sale fino, mezzo cucchiaino

Acqua tiepida, 100/120 ml

Zucchero, un cucchiaino

Olio di semi di arachide per friggere

Prosciutto crudo a piacere

Stracciatella di burrata a piacere

A piacere, potete aggiungere anche della passata di pomodoro

Preparazione:

1 Potete preparare l’impasto delle montanare a mano oppure con la planetaria; in entrambi i casi, in una ciotola mettete la farina, il lievito, lo zucchero (serve per attivare il lievito secco, quindi se usate quello fresco non è necessario), l’olio ed iniziate ad impastare.

2 Iniziate ad aggiungere l’acqua tiepida a filo, continuando ad impastare, e aggiungete anche il sale. La quantità di acqua è indicativa, dipende molto dal tipo di farina; in ogni caso, io cerco sempre di metterne almeno metà in proporzione alla farina (es per 200 g di farina, 100 ml di acqua). L’impasto deve venire morbido, se è troppo duro significa che avete messo un po’ troppa poca acqua.

3 Impastate per diversi minuti fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico. Rimettetelo nella ciotola, coprite con un canovaccio e fate lievitare per almeno 6-8 ore: io per aiutarmi accendo il forno qualche minuto, dopodiché lo spengo e lascio dentro la ciotola con l’impasto.

4 Trascorso il tempo, riprendete in mano l’impasto: re-impastatelo tutto per un paio di minuti, dopodiché formate dei panetti singoli per le montanare che andrete poi a cuocere. Re-impastate il singolo panetto, mettetelo su una teglia da forno e fate lievitare almeno altre 2-3 ore (sempre nel forno spento va benissimo).

5 Ora è il momento della cottura! Prendete ogni piccolo panetto e stendetelo con le mani, senza usare il matterello, fino a formare una specie di cerchio (o di ovale o della forma che vi viene ecco), non troppo sottile, mezzo centimetro circa può andare bene.

6 Scaldate in una capiente padella l’olio di semi fino a circa 170°C; se non avete il termometro, potete usare la tecnica dello stecchino che se inserito nell’olio caldo sfrigola, però non è molto precisa perché l’olio potrebbe essere troppo caldo o troppo poco caldo, quindi vi consiglio davvero di acquistare un termometro, ha migliorato nettamente le mie fritture.

7 Quando l’olio è pronto, immergete dentro le vostre montanare (a seconda della dimensione della padella potete friggere anche in più turni); si gonfieranno e faranno delle bolle strane, ma non preoccupatevi. Fatele cuocere finché non diventano belle dorate da entrambi i lati, giratele quindi almeno un paio di volte.

8 Quando vi sembrano pronte, estraetele e fatele asciugare bene con della carta assorbente.

9 Infine, servite le vostre montanare con sopra della stracciatella di burrata e del prosciutto crudo; a piacere, potere farle anche nella versione “in rosso”, quindi aggiungendo della salsa di pomodoro prima della burrata. Buon appetito!

Che secondo piatto abbinare a questo antipasto? 

–> Saltimbocca alla romana con pollo

Che primo piatto abbinare a questo antipasto? 

–> Ravioli al pomodoro e stracciatella con salsa di basilico

–> Mezze maniche con stracciatella e pistacchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *